Lo smarrimento dell’aurea mediocritas

Le idee nel ventunesimo secolo conoscono solo due andature: corrono spedite come su un panno di velluto; oppure stagnano indefinitivamente, bloccate da muri invalicabili. Non c’è modo che si fermino e poi ripartano, o che ne filtrino solo dei concetti e non degli altri. Viviamo nell’epoca degli estremismi, e non dobbiamo sentirci estranei a tale termine; l’estremismo non è solo quello ideologico o religioso, ma è semplicemente un’idea che non accetta riserve. Sembra che nella società odierna il dubbio non sia ammesso, che non possano esistere idee intermedie, che viga non la legge del più forte ma del più sicuro di sé. Molte volte si definisce l’Italia come il Paese dei compromessi, e tale definizione sembrerebbe andare in controtendenza con i concetti appena espressi.

img_8784

Tuttavia, vi è una notevole differenza tra un accordo e un compromesso, e il fatto che si prediliga sempre più il secondo al primo, non è altro che la chiara dimostrazione della degradazione dei rapporti. Infatti, un compromesso non è altro che un coacervo di rinunce e di vantaggi acquisiti, dove le parti non si incontrano per trovare una sintesi delle proprie idee, ma solo per eliminare gli ostacoli alla loro affermazione; al contrario, trovare la via intermedia significa mettere in discussione le proprie idee, accettare degli smussamenti, se fatti da lame ben affilate, e far nascere concetti nuovi, più incisivi e solidi. Le barriere e i muri materiali, non sono altro che il risultato di quelli mentali. Nessuna forza politica, nessun nucleo religioso, nessun Paese, nessuna famiglia, nessun uomo deve sentirsi completamente innocente, siamo tutti colpevoli di essere troppo sicuri o insicuri delle nostre idee.

Annunci

9 thoughts on “Lo smarrimento dell’aurea mediocritas

  1. sherazade ha detto:

    Partendo dal presupposto che una società è fatta di molti individui soltanto in dittatura vige il pensiero unico …diversamente la politica deve giungere a valutazioni comuni attraverso dei compromessi (accordi il succo e lo stesso ) che non vanno visti nella loro accezione negativa.
    Sempre per quella stessa unicità anche una coppia innamorata e collaudata pratica il compromesso in ogni sua forma il che non significa essere dei perdenti a turno ma semplicemente desiderare di fare durare il rapporto.
    Questo se si vuole in qualsiasi ambito raggiungere un obiettivo.
    Per quanto riguarda invece le proprie idee si può discutere all’infinito anche senza trovare mai una soluzione comune ma soddisfatti di avere esposto il proprio pensiero
    ShetabuonadomenicasoleaRoma

    Mi piace

    1. reflections of a turtle ha detto:

      Non era assolutamente un’invocazione al pensiero unico. Comunque anche se le parole “accordo” e “compromesso” vengono spesso confuse tra loro, hanno un significato diverso. Ciò è dimostrato dall’etimologia delle parole: se accordarsi deriva dal latino “cor” e significa arrivare al cuore di due idee, la parola compromesso deriva da “compromissus”, che significa letteralmente “obbligarsi insieme”.

      Liked by 1 persona

    2. Demonio ha detto:

      Se la premessa è vera allora significa che siamo in una dittatura perché quel pensiero unico esiste e domina da un trentennio. E non solo nel nostro paese. La dittatura non è palese perché si avvale di fantocci intermedi ma c’è ed è ogni giorno più forte. È la dittatura del mercato e del sistema finanziario e noi, nessuno escluso siamo i nuovi schiavi. Milioni di criceti che possono andare in un unica direzione…

      Mi piace

      1. Demonio ha detto:

        Puoi affermare che uno qualsiasi dei popoli di questo mondo nord occidentale è libero di poter cambiare sistema sociale e ribellarsi ai vertici della piramide?

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...